fbpx

Napoleone Bonaparte: il genio militare che ha segnato un’epoca

Napoleone Bonaparte è una figura storica che ha lasciato un’impronta indelebile nella storia del mondo. Questo articolo esplorerà la vita e le imprese di Napoleone Bonaparte, mettendo in evidenza il suo ruolo come genio militare con delle straordinarie doti da leader.

Napoleone Bonaparte è considerato senza eccezioni uno dei più grandi strateghi della storia e incomparabile maestro dell’arte della guerra secondo lo storico Evgenil Tàrle. Conquistò e governò su gran parte dell’Europa continentale sia grazie a una serie di vittorie brillanti in campo limitare ma anche grazie ad abili alleanze stipulate con le altre potenze europee.

Oltre alle imprese militari, Napoleone è noto anche per aver introdotto il Codice Napoleonico, un sistema legale che ha influenzato molte nazioni in tutto il mondo. Questo codice stabilì principi di giustizia e uguaglianza davanti alla legge.

Origine e titoli di Napoleone Bonaparte

Napoleone Bonaparte nasce il 15 agosto 1769 in Corsica da una famiglia italiana appartenente alla piccola nobiltà. Studia in Francia e dimostra da subito un talento straordinario per la strategia militare grazie alla quale si distinguerà durante la Rivoluzione Francese nelle vesti di generale dell’esercito.

Nella sua vita ricoprì numerose cariche istituzionali fra le quali, le più significative:

  • Primo Console della Francia dal novembre del 1799 fino al 18 maggio 1804
  • Il 2 dicembre 1804 si autoproclamò Imperatore dei francesi con il nome di Napoleone I (Napoléon Ier), carica che ricoprì per 10 anni fino al 14 aprile del 1814 e poi di nuovo dal 20 marzo al 22 giugno 1815;
  • Fu presidente della Repubblica Italiana dal 1802 al 1805;
  • Re d’Italia dal 1805 al 1814;
  • Mediatore della Confederazione Svizzera dal 1803 al 1813 e
  • Protettore della Confederazione del Reno dal 1806 al 1813.

Le campagne militari che resero famoso Napoleone Bonaparte

Napoleone condusse una serie di brillanti campagne militari che lo resero protagonista di oltre vent’anni di battaglie in Europa grazie alle quali diventò famoso in tutto il mondo.

Le campagne militari che per le quali Napoleone viene maggiormente ricordato sono la Campagna d’Italia e quella d’Egitto.

La campagna d’Italia e la genialità della tattica di Napoleone

La Campagna d’Italia di Napoleone Bonaparte è uno dei capitoli più iconici nella sua personale carriera militare ed ebbe un impatto determinante sulla storia dell’Europa intera.

La Campagna d’Italia ebbe inizio nel marzo 1796, appena due giorni dopo il suo matrimonio con Giuseppina Tascher de La Pagerie. Il novello sposo Napoleone, allora generale di brigata, fu incaricato dal Direttorio francese di condurre 38 mila uomini dell’Armata d’Italia mal equipaggiati contro l’Austria e i suoi alleati italiani. L’obiettivo principale era espellere gli austriaci dall’Italia settentrionale.

Il 12 aprile del 1976 inizia di fatto la prima Campagna d’Italia dove Napoleone dimostrò una genialità straordinaria nell’impostazione della tattica militare. Nonostante un’evidente inferiorità numerica e logistica, grazie a manovre innovative e strategie audaci, gli uomini di Napoleone sconfissero ripetutamente austriaci e piemontesi. Sono rimaste nella storia le schiaccianti vittorie di Napoleone nella Battaglia di Mondovì, di Dego e di Cairo Montenotte. Il 15 maggio dello stesso venne firmato l’armistizio di Cherasco, in cui Napoleone obbligò Vittorio Amedeo III di Savoia alla concessione della Savoia e della contea di Nizza alla Francia.

La sua vittoria a Lodi nel maggio 1796 è diventata leggenda: sbaragliò l’ultima difesa dell’Austria ed entrò a Milano 4 giorni dopo, il 14 maggio, accolto come un liberatore. Durante il suo governo dell’Italia settentrionale, introdusse una serie di riforme amministrative ed economiche che hanno avuto un impatto duraturo sulla regione. Questo periodo è noto come la Repubblica Cisalpina.

A seguito delle sue vittorie ottenne dal Direttorio il pieno potere sull’Armata d’Italia con il compito di sconfiggere definitivamente l’esercito austriaco. Avvennero numerosi scontri fra l’esercito francese e quello austriaco nei quali Napoleone riuscì a vincere anche in condizioni che sembravano inizialmente sfavorevoli per la sua armata. Infine, dopo una serie di battaglie preliminari, annientò definitivamente gli austriaci nella battaglia di Rivoli, che fu anche la prima battaglia d’annientamento della carriera di Napoleone.

La Campagna d’Italia si concluse con la firma della Pace di Campoformio il 17 ottobre 1797, che pose fine alla guerra tra la Francia e l’Austria. Questo accordo segnò una vittoria significativa per Napoleone e consolidò la sua fama come grande comandante militare.

Durante la Campagna d’Italia, Napoleone diede prova di una mente fortemente innovativa, mettendo in campo le tecnologie del tempo frutto delle grandi menti francesi, trovando loro un’applicazione militare. Ad esempio, fu la prima volta che, su campo di guerra, venne utilizzato un complesso sistema di telecomunicazioni basate sull’uso del telegrafo ottico appena messo a punto da Chappe.

Conclusioni e approfondimenti

La Campagna d’Italia di Napoleone Bonaparte non solo lo ha reso famoso, ma ha anche aperto la strada per le sue future conquiste e la sua ascesa come leader politico. Le tattiche innovative e le vittorie decisive in Italia hanno gettato le basi per il suo impero.

Per approfondire tutto quel che riguarda la figura di Napoleone Bonaparte, la sua vita e le tattiche militari, i testi che meglio assolvono a tale scopo sono:

  • Le campagne di Napoleone di David Chandler Chandler, nel quale l’autore è stato in grado di fornire la doppia versione di Napoleone: quella di uomo e quella di generale per cercare di inquadrare meglio quali furono i meccanismi che gli permisero di mettere in ginocchio le potenze europee del suo tempo. Il focus di questo testo non è sulle battaglie ma sugli aspetti psicologici del carattere di Napoleone;
  • La Battaglia di Rivoli – 14 e 15 gennaio 1797 in una edizione del 1925 di Francesco Grazioli è un approfondimento sulla vicenda che vide l’esercito di Napoleone annientare definitivamente quello austriaco.

 

Per ricevere ogni settimana le novità sui prodotti, le iniziative e gli sconti dell’Armadillo Editore, iscriviti alla nostra newsletter: